Dieta Macrobiotica

La Dieta Macrobiotica

Il termine, derivante dall'unione delle parole greche "macròs" ossia grande e "bioticòs" vale a dire vitale che alludono a una "lunga vita", ha origini antichissime se consideriamo che venne citato negli scritti di Ippocrate, di Galeno e di Aristotele.

Fu ripreso a partire da Settecento da medici e filosofi ma su tutti va citato il lavoro di due insegnanti giapponesi, Sakurazawa e Ishitsuka: il primo, noto come George Oshawa, insieme ai suoi discepoli si dedicò con estremo impegno alla diffusione della macrobiotica sia come filosofia che come regola alimentare.

La dieta macrobiotica prevede l'equilibrio fra "yang" e "yin": il primo principio è attivo e maschile, il secondo è passivo e femminile, si completano a vicenda e in base a loro sono classificati tutti gli alimenti.

L'equilibrio tra entrambi va rigorosamente mantenuto per mantenersi in buona salute ed ecco perchè è fondamentale capire quali sono gli alimenti più adatti alle nostre esigenze. Tra i cibi yin si cita la frutta fresca, le spezie e il latte mentre tra quelli yang i cereali, il sale e la carne. Se assunti in maniera equilibrata, questi alimenti consentono di ottenere l'armonia tra corpo e mente.

La dieta macrobiotica si orienta verso i cereali integrali, le leguminose e la coltivazione organica o biologica senza lasciare ampio spazio alla frutta e alle verdure crude. Le verdure vanno tagliate finemente, la frutta va mangiata lontano dai pasti, il sale va adoperato soltanto a inizio cottura, le alghe vanno lavate in acqua abbondante.

I vegetali freschi, i legumi e i cereali sono dunque gli alimenti più adatti all'alimentazione dell'uomo poichè maggiormente bilanciati sotto l'aspetto energetico.

Navigare Facile